Gran Premio d’Ungheria – Seb lo dedica a Jules

GP Ungheria - VettelLa Scuderia Ferrari domina il Gran Premio d’Ungheria, concluso con il successo di Sebastian Vettel. Sfortunata prova per Kimi Raikkonen.

Budapest, 26 luglio – Una lunga cavalcata di 69 giri sul circuito dell’Hungaroring si è conclusa con il successo di Sebastian Vettel. Il pilota tedesco ha preso il comando nei primi metri dopo il via, passando di forza le due Mercedes di Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Vettel ha visto annullato il vantaggio di 30 secondi accumulato sull’avversario tedesco dall’ingresso in pista della Safety-Car, avvenuto al giro 42. “Seb” non ha perso la concentrazione, gestendo al meglio l’ultimo terzo di gara e transitando sotto la bandiera a scacchi cogliendo la sua seconda vittoria da ferrarista, la sua prima sul tracciato ungherese.
Decisamente sfortunata la gara di Kimi Raikkonen. Il pilota finlandese ha occupato a lungo la seconda posizione conquistata grazie ad un’ottima partenza e ad un grintoso sorpasso su Rosberg alla frenata della curva “2”. Kimi è rimasto alle spalle del compagno di squadra per due terzi di gara, ma le sue chance di tornare sul podio sono terminate al giro numero 56, a causa di un problema al sistema ibrido della sua monoposto che lo ha costretto al ritiro.

Rivivi la gara: inforacing-gp-ungheria-2015

Seb conquista la 41esima vittoria in F1 in memoria di Bianchi.

Sebastian Vettel: “E’ stata una settimana difficile, piena di alti e bassi. E come ho detto dopo il traguardo, dedico la vittoria a Jules e alla sua famiglia. E’ stata una corsa difficile, specialmente alla fine, quando i pensieri si affollavano nella mia mente, ma di certo sono molto felice del risultato. Per noi è stata una grande gara sin dall’inizio, la partenza è andata benissimo e da lì in avanti abbiamo avuto un ottimo ritmo e siamo stati in grado di controllare la corsa. Non posso certo dire che la safety car nel finale ci abbia aiutato, ma siamo riusciti lo stesso a rimanere davanti, vincendo il Gran Premio. Fantastico guardare giù dal podio e vedere tutti i ragazzi del team così felici. Oggi abbiamo dimostrato che i nostri buoni risultati non dipendono dalla fortuna. Anzi, delle due siamo stati un po’ sfortunati con la safety car, ma anche con la gomma più dura, siamo riusciti a spingere a fondo, a rimanere davanti e a non permettere a chi ci inseguiva di riuscire a usare il DRS per tentare il sorpasso. E’ stata una grande giornata per tutti, e un grande recupero dal venerdì. Specie dopo che erano circolate voci sul fatto che fossimo in crisi… Un grazie a tutti i nostri partner e alla Shell che lavora per darci sempre più potenza”.

No comments yet.

Lascia una risposta